10 libri di Antonio Tombolini Editore da leggere questa estate

10 libri di Antonio Tombolini Editore da leggere questa estate

Se sei alle prese con l’organizzazione delle tue, meritate e tanto attese, ferie estive ti consigliamo di proseguire la lettura di questo post per scoprire la lista di 10 libri di Antonio Tombolini Editore da leggere questa estate selezionati da Michele Marziani, scrittore e direttore editoriale.

Così potrai accorciare la tua “to-do list” di cose da fare e preparare per le vacanze.

1) Per cominciare riscoprirei “I Romanzi” di Luigi Pirandello: tutti i romanzi in un unico ebook a soli 4,99 euro.

pirandello-04-copy

Proponiamo in questa edizione i romanzi di Luigi Pirandello nell’ultima stesura voluta dall’autore.

Alcuni inizialmente sono usciti a puntate su riviste e giornali, e tutti sono stati rivisti e rielaborati dall’autore almeno una volta.
I testi, dunque, sono: ”L’esclusa”, ”Il turno”, ”Il fu Mattia Pascal”, ”Suo marito”, ”I vecchi e i giovani”, ”Quaderni di Serafino Gubbio operatore”, ”Uno, nessuno e centomila”.
Non fanno parte di questa raccolta: ”Si gira”, pubblicato nel 1915, che diventerà poi ”Quaderni di Serafino Gubbio operatore”; e ”Giustino Roncella nato Boggiòlo” (rielaborazione incompiuta del romanzo ”Suo marito”), pubblicato postumo nel 1941 per volontà di Stefano Pirandello, figlio di Luigi.

Parte del ricavato dall’acquisto di questo libro andrà devoluto all’Istituto di Studi Pirandelliani e sul Teatro Contemporaneo.
Contribuirai, quindi, al sostegno delle attività di archiviazione, recupero e diffusione del Patrimonio ivi conservato.
http://www.studiodiluigipirandello.it/

2) Poi avrei voglia di ridere un po’. E di sorridere. Siamo in estate, perdinci, e “Il mio prossimo romanzo” di Fabrizio Venerandi è una lettura esilirante.

venerandi-06-copy

Uno scrittore gira per l’Italia con una pacco di manoscritti sotto al braccio. È alle prese con l’idea di scrivere l’opera definitiva, Bisanzio, il romanzo generazionale che gli permetterà di approdare alla grande narrativa internazionale e fare soldi con la scrittura.

Per dare più spessore al romanzo inizia a pagare parenti e conoscenti perché facciano cose che abbiano a che fare con la trama, per avere materiale di scrittura omogeneo e vivo. Però, man mano che il protagonista cerca di far entrare le persone reali nel romanzo, i personaggi appaiono nella vita reale.

Così, il personaggio principale si imbatte – nel mondo reale – nell’eroina di Bisanzio, e ha con lei un’avventura erotica che lo sconvolge. Incapace di distinguere realtà e fiction, il protagonista decide di smettere di scrivere e si impone di vivere realmente, abbandonando l’eterna narrativa, diventata ormai droga terapeutica.

3) Un romanzo profumato di mare: “L’isola di Arianna” di Luisa Rosa Barolo.

arianna-08-copy

Aprile 2006. Arianna Corsi, giovane single in carriera, riceve l’inaspettato invito della sorella Sara a raggiungerla sull’isola greca di Naxos, dove lei lavora come archeologa.

Il loro è sempre stato un rapporto complicato e Arianna, ora rimasta sola dopo la scomparsa della madre, decide di prendere un’aspettativa dalla banca e di partire da Milano per la Grecia. Ma al suo arrivo a Naxos, nella settimana che precede la Pasqua ortodossa, una sconvolgente realtà l’attende: Sara sembra essere scomparsa misteriosamente nel nulla!
Inizia così la sua incredibile avventura sull’isola alla ricerca della sorella, con l’aiuto di Stamos Crispo, un affascinante e tenace vicino di casa, discendente dall’antica nobiltà italiana che per secoli  ha governato Naxos.

Nell’inseguire le tracce di Sara, la protagonista scoprirà i loschi affari di una pericolosa organizzazione criminale specializzata nel traffico di reperti archeologici, e rimarrà incantata dalla maestosa bellezza delle isole greche, dalla loro gente accogliente, e dai luoghi in cui storia e mitologia si fondono con antiche tradizioni. Il destino metterà Arianna di fronte alla scelta più importante e travagliata della sua vita.
Un’avventura emozionante tra i colori e i sapori di un magico angolo di Mediterraneo.

4)Uno profumato di Irlanda: “Il giorno che incontrammo Roddy Doyle” di Max O’Rover

st-simplicissimus-it-156150

Massimo ama l’Irlanda. Si reca per un colloquio a Dublino dove, se assunto, potrebbe finalmente trasferirsi.

Andrà male. Bob è un irlandese che gestiva, in Italia, il pub – rifugio di Massimo. Aoife, che si fa chiamare Laura, è sua figlia. Bob va a Dublino per il funerale del padre. Laura ha promesso di raggiungerlo. In realtà la ragazza si reca in Irlanda per vedere Patrick, conosciuto in chat. Di Dublino è Deirdre: odia la Guinness, responsabile dell’alcolismo del padre.

A unire i personaggi ci pensa La donna che sbatteva nelle porte di Roddy Doyle. E alla presentazione di un altro libro di Roddy, si ritrovano tutti. Un autentico disastro.

Deirdre, Massimo e Bob finiscono al pub con un’idea: cosa accadrebbe se…

5) Poi dei bei racconti da lasciarti a fiato mozzo: “Mexican Taxi” di Francesco Spano.

spano-01-copy

Una famiglia congolese prega prima della cena nelle banlieue parigine. A Ciudad Juarez, un bambino dalla testa enorme, grida che ama le tette grandi.

All’Hotel Angeles un deportato messicano racconta la sua storia scolando birra e ruminando come una vacca. Crack, un cane zoppo come il suo padrone, cammina lungo il Guadalquivir. Una serie di tassisti messicani diabetici, alcolizzati, tossici e pseudointellettuali parlano senza sosta a un italiano che a volte li ascolta e altre li ignora, stretto nella morsa di un incubo messicano, a quaranta gradi, senz’aria condizionata.

Sono solo alcuni degli scenari e dei personaggi che compongono Mexican Taxi, una raccolta di undici racconti, in cui le periferie e gli emarginati urlano le proprie storie senza falsi moralismi. Dopo uno scalo a Parigi e uno a Siviglia, l’italiano si precipita in Messico, il Paese dove si vive troppo e si muore facile.

Ti piace la roba forte?

Ecco due titoli della Collana Oscura:

6)“Il fuoco sotto la pelle” di Marcello Pezzi

oscura-05-copy

Annamaria e la sua combriccola hanno quattordici anni, vivono a Marina di Ragusa, a casa nessuno li capisce e a scuola è uno schifìo.

Ammazzano le giornate seduti sul lungomare e si annoiano da morire. Per questo si infilano dritti dritti nel primo guaio che si presenta, meglio se illegale, meglio se pericoloso. Rischiando la pelle per un colpo più grande di loro, si imbattono in una storia terribile e antica, che giace sul fondo di una vallata che una diga, trent’anni prima, ha trasformato in un lago.

Una spaventosa vicenda ancora aperta, lontana nel tempo eppure così vicina: la storia di Agata e della sua famiglia. Braccati da criminali incalliti e da un inquietante Fantasma Nero, Annamaria, Toni, FumaTuri e CarburaTuri cercano di cavarsela con le loro forze, di schivare la paura per riuscire a rimanere vivi.

O meglio, per non stare qui a bruciare senza significato. Per sentire davvero quel fuoco che scorre veloce sotto pelle e che, se fai attenzione e arrivi a tanto così da bruciarti, può farti intravedere la tua vera luce.

7)  “Kurnugia” di Paolo Capponi.

kurnugia-06-copy

Cosimo si trasferisce a Bologna, nell’appartamento di un bellissimo palazzo antico, perché i suoi genitori vogliono che segua un master per entrare nell’azienda di famiglia.

Ma già dalla prima notte qualcuno disturba la pace del nuovo inquilino, proiettandolo in un turbine di orrore.

Tutto pare avere origine da una strana porta nera, già teatro, quarant’anni prima, di eventi terribili sui quali Angelica, studentessa fuori sede, aveva indagato, tentando di mettere fine al terrore.

Il male, però, ha radici profonde e ha ancora molta fame…

Vorresti addentrarti alla scoperta di Vaporteppa e non hai mai osato chiedere?

8) Comincia con l’ultima uscita della collana: “Testa d’uovo” di Carlton Mellick III

testa-duovo

In una Terra alternativa in cui gli uomini si riproducono come insetti e i bambini sono proprietà delle corporazioni, solo i più adatti possono sopravvivere. Una distopia in cui le persone nascono con uno dei sensi più sviluppato degli altri quattro, e questo influenza tutta la loro vita.
Lincoln sta affrontando il mondo per la prima volta dopo essere stato educato e cresciuto per tutta la vita dalla Georges Organization, una corporazione che crea artisti. Lincoln è un pittore, ma il suo senso dominante è l’olfatto e questo è un grosso problema perché solo chi ha un’ottima vista può diventare un grande pittore.
Poco considerato dalla sua stessa corporazione, Lincoln si ritrova sbattuto a vivere in periferia, in un edificio fatiscente popolato da operai della vicina acciaieria. Lì incontra Lucy, una ragazza stramba e sempre sporca, che vive passando da un compagno all’altro. Sarà proprio nel degrado e nella puzza di Lucy, per lui intollerabili, che Lincoln potrà trovare la propria originalità come artista e l’amore.

Lucy, divenuta la musa di Lincoln, lo trascina alla scoperta della verità dietro il misterioso Testa d’Uovo che vive nell’appartamento accanto. Chi è quel tizio con un gigantesco cervello, tanto grande da non poter mai uscire di casa?

[Romanzo breve di Bizarro Fiction, collana Vaporteppa, 23.000 parole, circa 76 pagine, con in aggiunta un saggio di “Introduzione alla Bizarro Fiction” di 3800 parole a cura di Chiara Gamberetta]

Avresti preferito un’estate sportiva?

9) E’ in uscita per la collana KLONDIKE “L’estate dei mondiali” per i nostagici del bel calcio andato.

Basta con tutta questa narrativa?

Vuoi un saggio fuori dagli schemi?

10) “Dexter e Sant’Anselmo. L’archivista e il filosofo” di Cristiano Testa.

dexter

La legge morale e il super-io ci dicono che non sta bene fare a pezzi le persone con il Black&Decker, ma – chissenefrega – importa che il colpevole confessi, importa chiudere il caso.
Un serial killer di serial killer, un meta-SK rigoroso e ordinato qual è Dexter, usa inchiodarti con naturalezza, con la pellicola trasparente e casalinga che si usa nella refrigerazione dei cibi porzionati. Poi ti prende il sangue (secondo il gergo della società arcaica albanese: la gjakmarrja), come nella più classica delle classificazioni: una sola goccia su un vetrino. Niente cold case, niente x-files, il Male è archiviato.

Con Dexter, attraversandone la fantasmatica in piena corrispondenza con quella dei suoi aficionados, siamo tutti un po’ ematologi appagati.

Con una nota introduttiva di Luca Parisoli

E poi leggeteveli tutti i libri di Antonio Tombolini Editore, gli ebook costano come un ottimo gelato artigianale e sono altrettanto buoni. Poi quelli che vi piacciono di più potete anche acquistarli di carta. Alcuni addirittura in formato audiolibro.

Per le vacanze estive regalati un viaggio alla scoperta di una casa editrice tanto piccola quanto incredibilmente coraggiosa (o incosciente?).

Stiamo cercando proprio questo: lettori coraggiosi. E curiosi.

Scrivi commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *